Archivio Categoria: pensieri sciolti

Dic 04 2015

Stragi, violenza e fondamentalismo nelle città occidentali

    Le stragi che si stanno consumando da diversi anni, come quella nella clinica per aborti nel Colorado, quelle nelle scuole americane, l’estremismo islamico, ma anche fenomeni sociali come i black blok e altri, a mio parere sono tutti figli di un’unica origine: i modelli economici e sociali esistenti.   In tutti questi casi, …

Continua a leggere »

Feb 05 2015

considerazioni fugaci sul nulla e sul pieno

    Roland Barthes definiva quella occidentale, la cultura dei pieni, contrapposta a quella orientale classica chiamata dei vuoti. Chi parla del nulla (vuoti) se non ha cose da fare, parla di ciò che il semiologo francese chiamerebbe “riempitivi”. Penso che dovremmo imparare a godere di ambedue le condizioni e, in un certo senso, a …

Continua a leggere »

Dic 02 2014

Pensieri sciolti sulle dimensioni temporali del mutamento interiore

    Penso sia un errore di fondo tendere a “assolutizzare” concetti e principi. Personalmente ritengo che principi, concetti, idee, non abbiano una validità assoluta, cioè non sono valide o giuste sempre e comunque, ma “a condizione”, a determinate situazioni contingenti, storiche ecc.   Così come ritengo che certi principi, benché teoricamente o emotivamente condivisibili, …

Continua a leggere »

Nov 18 2014

La gabbia di carta

    Ho sentito o letto questa frase da qualche parte e mi ha colpita. Non immediatamente, però è cominciato quello che chiamo “effetto tarlo”, la frase, l’immagine hanno cominciato a farsi strada dentro di me piano piano, “tomo tomo, quatto quatto” direbbe Totò!   Una gabbia di carta: è una prigione che non esiste, …

Continua a leggere »

Giu 29 2014

Può il tempo presente essere quello giusto visto nel presente?

Per me il tempo presente non è il momento giusto o opportuno, nemmeno sbagliato o inopportuno; è semplicemente l’istante esatto in cui stai vivendo. Non è, né giusto, né opportuno.   Il tempo presente non ha alcuna qualità, così come non l’hanno nemmeno il tempo passato o quello futuro. Il tempo non è un contenitore …

Continua a leggere »

Gen 16 2014

Le persone si giudicano per ciò che fanno, non per ciò che dichiarano di essere

È un concetto famoso espresso da Marx né “Il capitale”. Io feci mia questa idea, ma le assegno un respiro ben più ampio di quello marxiano. Non lo dico per dileggiare il filosofo di Treviri, ma ai suoi tempi, psicologia e antropologia, come scienze, praticamente, non esistevano: oggi abbiamo molte più conoscenze. Hai mai visto …

Continua a leggere »