Luigi Zizzari

Dettagli sull'autore

Nome: Luigi Zizzari
Data di registrazione: 12 settembre 2012
URL: http://www.homomentis.it

Biografia

A volte vorrei vivere nel futuro, nel passato mai, giacché lo conosco e non mi piace. Vorrei non aver fatto certe scelte, ma le ho fatte, perciò il presente che ho me lo tengo e speriamo bene.... Il futuro? Non lo conosco, ma lo si può indirizzare, e a questo penso spesso. sulla politica Detesto destra e centristi e similari, la sinistra la sopporto appena poiché è solo il meno peggio. Sono per il diritto del cittadino alla sua libera autodeterminazione, quindi sono per l'eutanasia, i diritti per le coppie di fatto, le unioni gay, la libera ricerca sulle staminali, il libero aborto. Sono per il divieto di obiezione di coscienza negli ospedali pubblici. Sono per un regionalismo economico, cioè mettere le regioni in condizioni di poter raggiungere la massima autosufficienza produttiva possibile. Sono per l'introduzione delle società di produzione di beni no profit, sono per l'introduzione del reddito di cittadinanza per i senza reddito e il sostegno economico per i working poor. mie affermazioni Il diritto a qualcosa esiste quando l'oggetto del diritto non è garantito. Il lavoro dovrebbe essere un dovere morale e civile e un obbligo giuridico, ma la società attuale (come quelle passate), non è in grado di garantire il lavoro. Nella vita bisogna usare moderazione, ma anche la moderazione va usata con moderazione. Coloro che si dichiarano moderati, in realtà sono per l'immobilismo.

Ultimi articoli

  1. ESEMPI DI CREDENZE SOCIALI , ASSUNZIONI, PRECETTI DISFUNZIONALI — 28 febbraio 2017
  2. Carattere, temperamento e personalità — 26 maggio 2016
  3. Stragi, violenza e fondamentalismo nelle città occidentali — 4 dicembre 2015
  4. Piani temporali del possibile — 9 novembre 2015
  5. La difficoltà a teorizzare nuovi modelli sociali — 6 agosto 2015

Articoli più commentati

  1. considerazioni fugaci sul nulla e sul pieno — 2 comments
  2. Relazione tra scelta e razionalità nella timidezza e le altre ansie sociali — 1 comment
  3. Carattere, temperamento e personalità — 1 comment
  4. Fronteggiamento di ansia sociale e timidezza: i principi cardine della mindfulness — 1 comment
  5. Come la mente ci rende timidi – parte seconda — 1 comment

Lista post dell'Autore

Feb 28 2017

ESEMPI DI CREDENZE SOCIALI , ASSUNZIONI, PRECETTI DISFUNZIONALI

esempi di idee irrazionali o illogiche

Mag 26 2016

Carattere, temperamento e personalità

Temperamento, carattere e personalità sono i tre elementi che concorrono alla definizione dei tratti caratteristici di una persona

Dic 04 2015

Stragi, violenza e fondamentalismo nelle città occidentali

    Le stragi che si stanno consumando da diversi anni, come quella nella clinica per aborti nel Colorado, quelle nelle scuole americane, l’estremismo islamico, ma anche fenomeni sociali come i black blok e altri, a mio parere sono tutti figli di un’unica origine: i modelli economici e sociali esistenti.   In tutti questi casi, …

Continua a leggere »

Nov 09 2015

Piani temporali del possibile

  La politica dovrebbe svolgersi su tre piani temporali, l’immediato, il medio e lungo termine, il futuro o utopia del presente.   Nell’immediato, la pragmaticità è essenziale, non contano tanto i principi ma le azioni funzionali all’obiettivo. Data la relatività di validità o applicabilità dei principi, questi possono anche essere rinviati, negati o parzializzati. Ciò …

Continua a leggere »

Ago 06 2015

La difficoltà a teorizzare nuovi modelli sociali

    Un grosso problema che si riscontra quando si prova a teorizzare un modello sociale per il futuro, è l’incapacità di sganciarsi dagli schemi mentali del presente che, in genere, hanno un lungo retaggio storico.   Questa rigidità fa si che si ragiona secondo modelli e modi elaborativi che ripetono gli schemi valutativi attuali …

Continua a leggere »

Giu 24 2015

Fronteggiamento di ansia sociale e timidezza: i principi cardine della mindfulness

Se si vuole praticare la mindfulness, è necessario avere un atteggiamento non giudicante, poiché il giudizio apre la porta all’ansie e ai flussi di pensieri negativi; non può prescindere dall’avere uno spirito di accettazione di ciò che si è, e di ciò che accade, perché i dati di fatto sono materialmente immodificabili; entrare nella modalità dell’essere, piuttosto che del fare: dimentica perché stai meditando e vivi il presente. Solo così si può fronteggiare timidezza ed ansia sociale.

Giu 14 2015

Relazione tra scelta e razionalità nella timidezza e le altre ansie sociali

  Benché nella timidezza e in altre ansie sociali, i comportamenti risultano non essere funzionali a una vita sociale soddisfacente, è un errore pensare che un individuo timido, un ansioso sociale in generale, sia una persona che non faccia scelte nelle situazioni ansiogene.   L’evitamento, la rinuncia, la fuga, sono – sempre e comunque – il risultato …

Continua a leggere »

Feb 05 2015

considerazioni fugaci sul nulla e sul pieno

    Roland Barthes definiva quella occidentale, la cultura dei pieni, contrapposta a quella orientale classica chiamata dei vuoti. Chi parla del nulla (vuoti) se non ha cose da fare, parla di ciò che il semiologo francese chiamerebbe “riempitivi”. Penso che dovremmo imparare a godere di ambedue le condizioni e, in un certo senso, a …

Continua a leggere »

Dic 02 2014

Pensieri sciolti sulle dimensioni temporali del mutamento interiore

    Penso sia un errore di fondo tendere a “assolutizzare” concetti e principi. Personalmente ritengo che principi, concetti, idee, non abbiano una validità assoluta, cioè non sono valide o giuste sempre e comunque, ma “a condizione”, a determinate situazioni contingenti, storiche ecc.   Così come ritengo che certi principi, benché teoricamente o emotivamente condivisibili, …

Continua a leggere »

Nov 17 2014

Quale sinistra?

    SE VUOI ANDARE ALLA PARTE PRIMA   PARTE SECONDA     Per un’idea della politica   Oggi si pone l’obiettivo di una liberazione, più radicale, più vera, più giusta, più umana: la liberazione dell’uomo dalla schiavitù mentale, culturale e materiale del mercato; la liberazione dell’uomo in quanto uomo; il superamento dell’uomo-merce, della supremazia dell’ …

Continua a leggere »

Post precedenti «